Stampante 3D ANET A8: Recensione e Caratteristiche

  • Stampa 3D
  • Stampante 3D ANET A8: Recensione e Caratteristiche
Recensione Stampante 3D ANET 8

Nell’articolo di oggi ti parlerò di stampanti 3D, ma non a livello generale, bensì, concentrandomi principalmente sul modello ANET A8, clone del modello più conosciuto Prusa i3.

In generale, cercherò di mostrarti tutto ciò che riguarda questo modello 3D, mostrandoti le caratteristiche, le sue funzionalità, pregi e difetti del modello e prezzo.

Ma basta perdere tempo, cominciamo subito!

Caratteristiche della stampante 3D ANET A8

Prima di tutto andiamo ad esaminare le caratteristiche di questa stampante, così da capire un po’ il prodotto in questione.

Caratteristiche tecniche:

  • Area di stampa: 220 x 220 x 240 mm
  • Materiale telaio: Acrilico
  • Ugello: singolo
  • Diametro ugello: 0.4 mm
  • Temperatura piatto: 96 °C
  • Temperatura ugello: 260 °C
  • Spessore: 0.1 – 0.3 mm
  • Schermo: LCD
  • Scheda di memoria: micro SD
  • Materiale di stampa: ABS, PLA, TPU, Luminescent, Nylon PVA, PP, legno
  • Velocità di stampa: 10-120mm
  • Diametro materiale: 1.75 mm
  • Precisione di posizionamento Z: 0,005 mm
  • Precisione di posizionamento XY: 0,015 mm
  • Formato file: G-code, STL
  • Software: Cura, Slic3r, Simplify3D
  • Voltaggio: 110 / 220V
  • Sistema Operativo: Windows / Linux / MAC
  • Connettore: USB
  • Dimensione: 50 x 45 x 40cm
  • Peso: 8,5 KG
  • Tipo di imballaggio: non assemblato

Questi sono tutti i dettagli delle caratterististe di questo specifico modello di stampante 3D.

Stai cercando una stampante 3D Professionale? Allora leggi la nostra guida!

Ora che ti ho mostrato queste informazioni, è giunto il momento di addentrarci nel cuore dell’articolo andando a scoprire quali sono le funzionalità che questa stampante è in grado di offrire.

Funzionalità

Per quanto riguarda le funzionalità, il modello ANET A8 è dotato di un piccolo display che ci consente di andare a visualizzare tutte le sue funzioni.

Si nota fin da che le funzioni messe a disposizioni da questo modello non sono proprio tantissime ma, nonostante ciò, è in grade di assolvere al proprio dovere di stampante 3D.

Nonostante le dimensioni dell’area di stampa non siano tra le più grandi (con i suoi 22x22x24 cm rientra infatti nella media delle dimensioni) permette comunque stampe non proprio enormi ma comunque di notevoli dimensioni.

Purtroppo non è dotata di tasto per l’accessione e lo spegnimento (se lo desideri puoi comunque installarlo tu stesso in un secondo momento) perciò, sarai costretto ad attaccare e staccare la spina tutte le volte che la dovrai accendere e spegnere.

Permette di avere una buona qualità di stampa ma non consente in alcun modo la ripresa delle stampe qualora dovessero interrompersi per qualche ragione.

È dotata di un sistema che le permette di preriscaldare l’ABS o il PLA e di spostare l’ugello nella posizione iniziale così che non ci siano intoppi nei movimenti nel processo di stampa.

Altra funzione molto importante di cui è dotata questa stampante è la possibilità di avviare stampe direttamente dal suo pannello senza doverti necessariamente affidare a un computer (funzione davvero utile e comoda).

Le sue impostazioni ti permetteranno di smontare e montare la microSD per poi procedere alla stampa.

Funzione importantissima di cui è dotata la ANET A8 è la possibilità, una volta avviata la stampa, di mettere in pausa o arrestare completamente la stampa in caso di problemi.

Queste sono le funzioni che potrai trovare in questo modello, probabilmente nulla di così eccezionale ma comunque in grado di soddisfare le aspettative dei novellini ma anche di qualcuno un po’ più pratico. Naturalmente, hai sempre la possibilità di spenderci cifre più importanti così da accaparrarti il modello con più funzioni o modificare tu stesso ciò che non ti va a genio.

Pro e contro

Abbiamo già esaminato le caratteristiche e le funzionalità, adesso è giunto il momento di vedere pregi e difetti di questa macchina rispetto a ciò che può offrire il mercato.

Per prima cosa andiamo a vedere quelli che sono i difetti di questa stampante.

Anche se questa macchina è in grado di soddisfare buona parte delle aspettative del pubblico, uno dei suoi maggiore difetti sono i componenti meccanici con cui viene costruita.

Sembrerebbe, infatti, che la robustezza dei suoi materiali non sia proprio delle migliori, difetto decisamente grave per qualunque prodotto.

Altro difetto comune riscontrato da molti è il livellamento del piatto che è necessario fare molto di frequente, il ché rende la cosa abbastanza noiosa.

In più, questa macchina è sprovvista dei cuscinetti negli assi X e Y oltre che a una scorrevolezza per dire non proprio ”scorrevole”.

Purtroppo i difetti non si esauriscono qui, altra difficoltà comune a questo prodotto è il disagio nel tendere le cinghie di trascinamento, motivo per cui sono stati creati diversi kit per sistemare questo tipo di problema.

Come ultimo problema troviamo le barre filettate dell’asse Y la cui geometria necessita decisamente di un upgrade. Anche quest’altro tipo di problema è così comune da aver costretto alla creazione di appositi kit per sistemarlo.

Ok, abbiamo visto quelli che sono gli aspetti negativi ma, adesso, è giunto il momento di andare a vedere ciò che l’ha resa così appetibile sul mercato.

Il pregio più importante di questa macchina è, probabilmente, il suo prezzo. Nonostante i numerosi difetti elencati precedentemente, il suo prezzo così basso è capace di metterli in ombra senza grosse difficoltà.

A questo prezzo (che andremo a vedere tra poco) ti potrai portare a casa una stampante 3D capace di offrirti una buona qualità di prodotti, non fantastica ma comunque buona.

Altra caratteristica decisamente interessante per questo modello è il fatto che, essendo il clone di un modello più famoso e performante, avrai la possibilità di trovare in giro per la rete tantissimi pezzi per migliorare la qualità della tua stampante e renderla come piace a te.

Sono infatti tantissimi i siti dove sono già disegnati i vari upgrade per questo modello ed è facilissimo trovarli su internet motivo per cui, anche nel caso dovesse rompersi qualche componente della struttura, potrai facilmente rimpiazzarlo con un pezzo uguale o persino migliore.

Per quanto riguarda la sua meccanica, nonostante in precedenza abbiamo ti sia stato fatto notare che non è certamente delle più robuste, di positivo c’è la sua facile comprensione.

Infatti, a discapito di ciò che si potrebbe credere, questo modello di stampante è l’ideale anche per chi non fosse proprio un maestro con queste apparecchiature.

Infine, a chiudere la lista dei pregi c’è la possibilità di riscaldare in anticipo il piatto, funzione che troverai estremamente comoda con l’utilizzo.

Prezzo del modello ANET A8

Abbiamo visto tutto ciò che era necessario conoscere e sapere su questa stampante 3D, adesso però, è giunto il momento di conoscere quanto vale questo modello.

Come accennato già nella parte relativa ai pregi, uno dei punti forte (forse persino il più grande) di questa macchina è il suo prezzo.

Nonostante il mercato delle stampanti 3D sia in costante crescita rimane ancora oggi difficile trovare modelli che sia in grado di offrirti qualità senza però spenderci troppo.

È grazie a questa sua peculiarità che è diventata così famosa, proprio perchè è capace di offrire qualità ma a un prezzo decisamente contenuto.

Infatti, puoi trovare questo modello sul mercato alla modica cifra di 90 euro (nonostante sia presente anche a prezzi più elevati), prezzo decisamente più basso della media se si considera la qualità dei prodotti che è in grado di creare e i prezzi dei vari concorrenti.

Su internet è anche possibile trovare, anche molto facilmente, tutta una serie di componenti con cui potrai andare a modificare e, all’occorrenza sostituire pezzi, o direttamente fare gli upgrade di cui necessita questa macchina che, purtroppo, abbiamo visto non essere proprio pochi.

Insomma, un prezzo accessibile a tutti, sia per la stampante che per le sue componenti che da la possibilità a chiunque di affacciarsi in quello che è il mondo delle stampe 3D.

Conclusioni

Siamo giunti al capito finale e, dopo aver analizzato tutto ciò che riguardava questa macchina, è giunto il momento di tirare le somme.

Nonostante presenti numerosi difetti, questa macchina rimane comunque una delle migliori sul mercato, in particolare per chi si ritrova a non avere molta praticità nella stampa 3D o per chi è proprio novizio nel campo.

Oltre ad essere facilmente costruibile e programmabile, grazie anche all’adattabilità dei suoi componenti, permetterà di conoscere meglio tutto ciò che gira attorno al mondo della stampa 3D.

In più, se si riesce a calibrare la stampa come si deve, ti permetterà di ottenere delle stampe di qualità pari o superiore a quelle di stampanti decisamente più costose.

Insomma, si sta parlando di una stampante che, nonostante sia il clone di un’altra di livello decisamente più elevato ti permetterà di avere un’esperienza positiva, oltre a darti la possibilità di comprendere e conoscere meglio questo settore.

Inoltre, proprio il fatto che si tratta di un clone ti permetterà di reperire molto facilmente pezzi e materialicanche di qualità più elevata.

In più, visto il prezzo al quale viene venduta e la qualità che mette nelle mani degli utenti, sembrerebbero proprio soldi ben spesi.

Per concludere il discorso, rimane il fatto che, la ANET A8 si presta molto facilmente a sostituzioni e modifiche, così da permetterti di modellarla secondo quelle che sono le tue esigenze.

Quindi, se la domanda fosse ”è un modello che consiglieresti” la risposta sarebbe assolutamente si!

3d-lover.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.